GARMIN ZUMO 660 LA MIA RECENSIONE

 Ciao a tutti … posto quì la mia recensione nei confronti  del garmin zumo 660 che ho acquistato da poco… questo post non ha l’obiettivo di demotivare eventuale acquisto ma per chiarire un po’ alcuni aspetti legati al prodotto stesso in quanto trattandosi di un prodotto da 600 Euro di listino ( le vecchie 1.200.000 lire arrotondate  ) e venduto specifico per i motociclisti , io personalmente mi aspettavo qualcosa in più .

garmin-zumo-660 ok

Se il prezzo fosse 200 euro non  avrei nulla da dire , ma parlando di un prodotto da 600 Euro di listino che è specifico per navigazione moto…sotto le mie considerazioni :

 

 

Pregi :

Supporto moto ok

Attacco zumo al supporto comodo pratico  ed affidabile

Tenuta all’acqua ok

Ingombro ragionevole e tascabile

Peso , non è una piùma ma giustificato anche da una buona batteria con  buona autonomia  se si usa senza alimentazione .

Autonomia batteria senza alimentazione ok

corredo base staffe ed accessori attacco moto  / auto ok

Difetti :

Cartografia , vecchio stile è non così intuibile / anche nelle rotonde ho visto di meglio

Assenza comandi vocali – è  vero che si usa con i guanti ma auguri.. con guanti invernali scordiamocelo in modo agevole – e se piove con guanti grandi e bagnati è veramente complicato – quindi metti e togli i guanti e ti bagni le mani oltre la rottura di palle in se nel rimettere i guanti con mani bagnate – Anche quando non piove per noi con la vista non sempre ottimale da vicino ! certo con comandi vocali sarebbe meglio !!

Navigazione : se vai su ultimi trovati ti propone le vie invece dei paesi precedentemente interessati- ma come si fa a ricordare un paese dalla via ? allora ci  clicchi uno ad uno e cerchi il paese memorizzato , e se la lista è lunga.. piano piano.. te li passi  tutti  !

Navigazione 2 : non ti permette di modoficare il percorso che lui calcola , solo da sw. ma se sei in viaggio ed il pc non c’è l hai i devi fare tutti i micropercorsi paese per paese , e capita spesso in viaggio di voler modoficare l’intinerario per motivi vari , questo perchè la mappa non permette di dirottare le rotte da lui calcolate semplicemente trascinando come si fa  come con maps e non solo …

Navigazione 3 : non è possibile dirgli che vuoi fare un percorso a ritroso – quindi non  è detto che al ritorno farai la stessa strada dell ‘andata ( da verificare forse lo fa  con la funzione trac back )

Navigazione 4 : se pianifichi da navigatore quindi non da software : se metti come punti intermedi vari paesini  non c’è modo di dirgli di raccordare e basta.. quindi se segui le indicazioni ti porta al centro di tutti i paesini pianificati invece di tagliarli fuori , qualcuno potrebbe dire  se pianifico da software va bene ! ok ! ma il software c’è l hai a casa ! e se devi pianificare in viaggio perchè cambi rotta  o alro ? forse dovrebbe avere la funzione raccorda … e non portarti in tutti i centri dei paesi impostati come punti intermedi…

Schermo : ma quale antiriflesso ! con il sole se non lo orienti in un certo  modo ( ed in base alla posizione del sole cambia )  si vede molto poco ( con tempo brutto ok anche con pioggia , anche pioggia forte ) – la cartografia ti propone la linea viola da seguire , io non la vedo bene e non ho trovato impostazioni che mi faccia cambiare colore . La chiarezza di un navi in moto è importante per la sicurezza , se devi fissare troppo lo schermo distogli lo sguardo dalla strada con i rischi che conosciamo tutti .( una tettoia come il tom tom non farebbe la differenza , ho provato a mettere la mano sopra riparandolo dal sole  senza risultato )

Consultazione mappa molto lenta se la sposti in touch  , e se zummi… troppe info non capisci più nulla ( anche togliendo i vari pdi )

Ricerca città :

Durante la ricerca se non trova il paese ( magari hai sbagliato solo una lettera ) quanto ti dice non trovato , clicchi su  indietro e ti ha cancelllato tutto , immagina scrivere una citta Tedesca o altro…- questa cosa ti fa perdere veramente molto tempo ! magari fermo sotto il sole ( con il gruppo  di amici che ti guarda e pensa.. questo non è capace !! ) , il discorso vale chiaramente anche per  le città italiane… e se il nome è lungo ogni volta riscrivi tutto …vale anche per la via ! se non la trova torni indietro e la riscrivi ! quindi non la correggi !

Tappo copri contatti  quando rimuovi lo zumo dal supporto , non previsto un attacco rapido per evitare di perderlo ( dato che costa circa 10 euro spedito , ed è facile perderlo ) , ora penso lo attacchero con velcro da qualche parte quando lo rimuovo .

Sw / pc – non all’altezza delle aspettative , ho aggiornato la mappa italia e lui mi dice quando accendo il navi che non è possibile sbloccare le mappe – se lo collego al pc le mappe le vedo sbloccate – parecchia gente su google lamenta questo . poi ne esci ma devi sbatterti un casino – ora ho risolto rifacendo la procedura da capo e con pc diverso … boh… e comunque in generale il sw migliorabile… credo anche la preparazione del percorso ma questo lo devo vederlo bene prima di giudicare .

Protezione : Assenza di protezione in gomma perimetrale l’oggetto pesa parecchio , come altri .. se dovesse cadere l’urto potrebbe fare seri danni.. che costava fargli una protezione in gomma ? parliamo sempre di un oggetto per moto , dove inevitabilmete con i guanti  / bagnato ecc.. è probabile ti cadano le cose…

Touch screen  : nulla di performante…  lento.. ogni tanto perde qualche comando…tutto sommato  funziona ! forse è voluto così per non essere troppo sensibile per l’uso con i guanti.. ci può stare !

Scrittura : troppo base : es.  se sbagli una lettera a metà frase devi cancellare fino alla lettera stessa – non puoi come altri touch  screen puntare su quella. e correggere .

Conclusioni :

Se fosse un prodotto da 200 Euro resistente all’acqua non sarei così critico , ma a questo punto per 600 Euro di listino sembra che i 450 euro di differenza ( contro i 150 euro di  un garmin base ) siano solo per la tenuta all’acqua , mi sembra un po cara come protezione ,  ed il mio vecchio  garmin pagato  120 euro anche quello funziona con i guanti. ed ha di base già 42 paesi !!

Questi sono prodotti come progetti vecchi di 10/ 15 anni , un prodotto che è specifico solo per la navigazione per 600 Euro dovrebbe fare miracoli , speriamo esca qualche concorrente con prodotti innovativi , così anche garmin e tom tom saranno obbligati a rinnovare i prodotti attuali … direi obsoleti per quet’epoca . oggi con uno smartphone da 250 Euro fai l’impossibile .

Quello che potrebbero fare oggi i navigatiri per moto  secondo me :

Ad oggi non c’è un navigatore es. che comunichi con glia altri navigatori  :

Perchè via bluetoot non posso trasferire il percorso da uno zumo ad un altro ? cosi quando ci troviamo in un attimo tutti abbiamo lo stesso percorso , visto che la tecnologia blue toot la integra !!  è così pazza la mia idea nel 2013 ?

Perche non installano una sim ( opzionale ) in modo che un navigatore per esempio capo fila  possa trasmettere le coordinate di dove si trova ogni 10.. 15.. minuti a quelli dietro  codificati  ? nel caso si siano persi ? o se si sono distaccati  dal gruppa e poi vogliono raggiungerlo  ? a volte si parla di gruppi anche di 10..40 moto.. in caso harley anche molti di più   !!

Alla fine il navi funziona ma Io credo che 600 euro oggi sono tanti soldi per un prodotto dedicato ! e le prestazioni attuali sono veramente base !

Se lo ricomprerei ?  Si ! obbligato dal fatto che non ci sono prodotti alternativi e mi serve un prodotto che resiste all’acqua ! il tom tom troppo ingombrante e non credo faccia molto di più ! con prodoti non protetti contro l’acqua con custodie o sacchetti io personalmente non mi trovo..

Come in ogni nostro post … siamo sempre sulla base delle opinioni personali … a voi le vostre considerazioni !!!   ciao  a tutti … Massimo

 

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria, Tecnica ... Moto...Giuanin al mecanic. Contrassegna il permalink.

11 risposte a GARMIN ZUMO 660 LA MIA RECENSIONE

  1. ANDREA scrive:

    Che dire…. Bravo Massimo!!!! Se la Garmin legge la tua recensione rischi di occupare un’altra carica di consigliere:-)! Scherzi a parte 600 euro per avere un navigatore impermeabile ma con caratteristiche simili ad un navigatore che puoi scaricare gratis su un telefonino mi sembra una cifra eccessiva… Non dico che dovrebbe farmi il caffè ma quasi…quindi capisco perfettamente la tua delusione! Di solito si dice….come spendo mangio…in questo caso mi sembra non sia così:-(!

  2. Donato scrive:

    Ottima recensione……peccato che la cifra che ai investito non corrisponda ad altrettante prestazioni. Consolati anche per aprire le cartine dovevi toglierti i quanti e cercare un luogo asciutto per non bagnarle. Almeno questo è impermeabile. Stupidagini a parte mi lascia molto perplesso la poca leggibilità che ai descritto che a mio aviso ti costringe ad una maggiore attenzione sullo strumento distraendoti dalla guida a tutto discapito della sicurezza.

  3. ago scrive:

    E vero!!! Ho notato che avevi dei problemi mio caro max.
    Sicuramente chi progetta i navigatori non usa la moto con tutte le sue problematiche, ma usa solo l’auto dove non hai problemi nell’utilizzarlo, mi piacerebbe vedere come fa a 100 km/h con una mano sola a non stamparsi. Da parte mia uso un garmin modello da auto, non impermeabile, custodito in un contenitore quasi stagno della cellularline. Va abbastanza bene, come navigatore, anche se io ci bisticcio tutte le volte xche’ non fa la strada che le dico, mi piacerebbe che tu imposti il luogo di partenza e l’arrivo, ma l’itinerario lo scegli tu in base alle tue esigenze, che possono essere culturali ,paesaggistiche, o altro.
    Comunque la cartina la porto e la controllo lo stesso.
    A presto ago

  4. debs shop scrive:

    Your content is full of respectable information that is usable for today’s readers. I am impressed with your different points and how you present them so clearly. You’re very talented.

    • mcgrugliasco scrive:

      Thank you … my opinions are based on personal experiences.
        I’m glad you like them and be useful ..

      hello

  5. Hello.This article was extremely fascinating, particularly because I was investigating for thoughts on this subject last Monday.

  6. Eric Forssell scrive:

    Premesso che :
    Possiedo navigatori GPS dal 2000 prima come accessorio per palmare, poi con cellulare e software Route 66 Navigatore Nissan ed in fine Garmin su Kenwood

    Mi associo pienamente a quanto concerne la traccia Viola.
    Ma cosa gli dice la testa a Garmini ??????? viola su rosso quasi illeggibile !!!!!
    Io ho viaggiato quest’anno “2013” in Spagna, e capire i percorsi un vero enigma.
    Ripeto! Le strade segnate in rosso e la traccia in viola……… una vera follia.
    – Funziona bene la navigazione da città a città ” funzione i miei percorsi ” costringendo il Garmin al percorso desiderato.
    Di contro sebbene il suo costo sia di circa 600€ lo Zumo 660 è molto scarso in queste situazioni :
    – lettura del percorso specie nelle rotonde, traccia che sparisce schermo bianco per poi riapparire dopo qualche secondo, tempi interminabili, che durante la marcia, spesso determinano errori di percorso.
    – In caso di errore per recuperare la retta via sei costretto a deviazioni anche di svariati chilometri.
    – Errore anche di 50 100 mt agli incroci, con il risultato che spesso hai saltato lo svincolo, o hai imboccato lo svincolo successivo.
    – Spesso sebbene il navigatore sia impostato con traccia in alto il percorso non è visibile sullo schermo neanche riducendo la visuale.
    – inutilizzabile a piedi in quanto non riconosce la funzione e ti costringe a percorsi automobilistici.
    non trova gli indirizzi, e in spagnolo mancano alcuni caratteri,
    In particolare” ü ” ad esempio, trovandomi a barcellona volevo andare a ” parc Güell ma l’attrazione, patrimonio dell’Unesco non è presente neanche nei punti di interesse?
    Preciso che non viene trovato ne come parc, ne come Güell, ne come Guell una volta sul posto e interroghi la posizione appare Parc Güell ??????
    Per i riflessi, se orientato quasi in verticale, funziona egregiamente.
    Zumo 660Lm , acquistato luglio 2013 aggiornamento mappe a vita, con cartografia 2014 di Garmin, e aggiornamento software
    Questa è la mia esperienza con il navigatore Zumo 660 in Spagna 2013 eric

    • Massimo scrive:

      Già !! in effetti il tutto si riconduce al costo dell’ oggetto !
      Per 600 Euro ci si aspetta un prodotto più specialistico , visto che sul mercato sembra ancora il prodotto di riferimento ! costasse 200 euro saremo meno critici .
      Ora sto imparando ad utilizzare il software ( tyre ) dalle prime prove sembra ok per pianificare.. certo se sei in giro ed i pc non c’è l hai il navi di suo non ti semplifica troppo la vita.
      Ad oggi l unico puto forte a confronto dei navigatori “base ” e che resiste all’acqua ! Un po cara come guarnizione !!!!
      ciao ….

      • roberto scrive:

        Mi ritrovo pienamente.
        Per 6 anni ho usato il TOMTOM rider sulla mia moto; mi sono sempre trovato abastanza soddisfatto. Lo usavo anche in machina
        Da un anno non ho più la moto e da allora uso esclusivamente la App Tomtom sul iPhone 5, in macchina a piedi ecc.
        Una settimana fa mi sono ricomprato la moto e ho tirato fuori il mio vecchio Tomtom rider per montarlo sulla nuova moto.
        E’ bastato il tempo di accenderlo e di programmare una semplice navigazione per avere uno shock. Dopo un anno di iPhone oggi trovo che il rider sia un prodotto scarso e largamente migliorabile sia come software sia come hardware. La definizione del monitor fa pena, la visibilità al sole è praticamente nulla, è lentissimo sia nell’aggiornare l’immagine, sia nel accettare i comandi quando si programma. Mi è sembrato di avere in mano un prodotto vecchio di un secolo, ampiamente superato dalla tecnologia di oggi. A confronto un iPhone, usato come navigatore è un altro pianeta, qualcosa di superlativo.
        Quindi ho pensato: mi comprerò un Garmin per la moto, sarà sicuramente migliore del Tomtom e quindi ho cercato dei commenti e così sono arrivato su questa completissima recensione in cui vedo e lego più o meno gli stessi difetti e gli stessi limiti del tomtom. E anche le stesse aspettative che io mi attenderei da un navigatore di oltre 500 euro.
        Ma io mi chiedo, quelli de la Tomtom e della Garmin in che mondo vivono? cosa usano per telefonare?, non hanno mai visto o sentito pronunciare la parola iPhone?, magari se lo facciano prestare una volta da uno dei loro figli.
        Se lo fanno, magari fra un paio d’anni avremo navigatori di questa era al posto di prodotti di 15 anni fa.
        Ma non credono succeda. E’ più probabile che nel frattempo l’iPhone diventi impermeabile e così potremo montarlo anche sulle nostre moto. Io sarò sicuramente il primo a farlo.

        • Massimo scrive:

          Ciao Roberto …
          Guarda.. più lo uso più noto seri limiti nell utilizzo , ci sono delle situazioni dove sembra tutto ok… poi quando meno te lo aspetti … anche in percorsi non complicati ti spiazza…
          Ora sto provando a programmare i percorsi da software ( tyre ) appena ho tempo lo collaudo.. ma comunque non vale i soldi spesi ! ! ti capisco !!
          se dovesse uscire un alternativa valida penso saremo in parecchi a convertire.. Garmin e Tom Tom rischiano !!

I commenti sono chiusi.