Capitolo 4 – Motofotografia di paesaggio

Il paesaggio per noi motociclisti è un argomento a cui siamo molto sensibili…A completamento del giro in moto  già appagati dalle nostre moto …  dal divertimento grazie al  gruppo di amici …dalla buona tavola che i nostri luoghi possono vantare  nel mondo  ecc.. Siamo comunque sempre alla ricerca di paesaggi straordinari che spesso il nostro paese ci offre … ma anche nelle  varie gite all’estero non mancano certi paesaggi alternativi …

Barolo… trovo che alcune cittadine antichizzate con  ritocchi post produzione ( semplici programmi di fotoritocco  )  le rendano interessanti… e le riportano un po’ indietro nel tempo… questa è un compromesso tra un bianco nero e un sepia… qui ognuno ci mette del suo…

DSC_7879

Quindi anche nell’ambito motocidlistico  il paesaggio  legato alla fotografia assume un aspetto non secondario .L’argomento dei paesaggi apparentemente è semplice ma non è facile scattare  delle foto che siano interessanti e che esprimano quello che il paesaggio stesso ci ha trasmesso quando lo osservavamo , uno dei problemi principali è legato alla lucesi sa ! le foto  più belle vengono soprattutto all’alba ed al tramonto e quando si è in giro in moto non è facile combinare questi orari.. anzi ! Però con un po’ di impegno e tecnica si possono fare delle belle foto ricordo , certo come in tutti i campi per arrivare a certi risultati un po’ d’impegno necessita mettercelo… ma dal momento che la foto la facciamo  tanto vale provare a farla nel miglior modo possibile… sarà comunque una soddisfazione rivederla  e presentarla agli amici !

Le nuvole spesso sono un ottimo contributo…a mio parere  la stessa foto con cielo limpido non avrebbe  lo stesso effetto ! foto scattata con compatta , e ritagliata in post produzione per dare un effetto più panoramico .

sito_

 Il tutto non richiede tecniche ed attrezzature particolari , molto fa  l’inquadratura e come  dicevo la luce , sfruttando i colori magari autunnali piuttosto che primaverili…   Come lunghezze focali indicativamente si spazia dai grandangolari ai medi tele… le nostre compatte generalmente rispondono di base a queste esigenze, e proprio le compatte tendenzialmente mettendo tutto a fuoco facilitano un po’ la foto di paesaggio la quale richiede spesso  buona profondità di campo .

Esempio semplice per comprendere la profondità di campo : in tutte e 2 le serie di pile la messa a fuoco è stata fatta sulla pila centrale , sulla fila di sinistra le altre pile sono sfocate , sulla fila di destra sono molto più a fuoco , quindi piu la profondita di campo è alta più tutto è a fuoco

profondità di campo 1

 

Uso Grandangolari : Attenzione a non usare grandangolari troppo spinti per la foto di paesaggio … si rischia di avere tutto nella scena ma nello stesso tempo poco dettagliato , nel dubbio fate qualche foto con focali diverse…( zoommando )

Citazione  proveniente  da Internet : Sia che abbiate teorie personali sia che condividiate quelle ufficiali, cercate di non dimenticare mai che la fotografia di paesaggio resta una delle più difficili  da realizzare  perché è facile banalizzare il tema e perché ci si convince erroneamente, che si tratti di un soggetto statico, immutabile,  e che si possa posticipare a lungo il momento dello scatto. Niente di più sbagliato. Il paesaggio è vivo, pulsante eva colto senza procastinare molto il momento dello scatto.

Vi posto qui sotto  qualche foto fatta in qualche mototour  … queste le trovo carine … tra le langhe  piuttosto che nel conero… ( sulle langhe onestamente ci sono ritornato la seconda volta perche la volta prima non cera una gran luce … la foschia limitava un po i risultati…questo per ribadire l’importanza della luce . Quando si è in gruppo certo  tutto è più compicato , non sempre riesci a fermari dove vorresti e devi rispettere dei tempi .. la posizione del sole chissa com’è in quel momento , ma con un po di fortuna si possono fare delle foto carine… !

Langhe … con questa serie ho provato a descrivere il concetto di langa abbinando qualche soggettto … che siano cascine  o vigneti…terra lavorata …   per evitare di fare solo ampi spazi senza dettaglio rischiando di  non attirare l’attenzione.

DSC_7936 DSC_7931 DSC_7925 DSC_0110 DSC_0072

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Conero … spesso nella foto di paesaggio i terreni propongono anche forme geometriche varie …queste fatte dalla moto senza scendere.. al volo ( moto ferma su cavalletto laterare ! ) scattate con una compatta di media qualità ! poi post prodotte per accentuare alcuni dettagli … parliamo sempre di foto  ricordo… nulla  a che vedere con mostre …

IMG_2293 IMG_2345 IMG_2347

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cosa c’è da valutare… nel limite del possibile :

Esaurita la doverosa premessa, andiamo a conoscere gli elementi fondamentali per eseguire una foto di qualità. Come detto nell’introduzione l’obiettivo è ambizioso: suscitare nell’osservatore il desiderio di visitare i luoghi raffigurati.

Per ottenere buoni risultati  la foto deve essere ampia ma non dispersiva, deve essere equilibrata e stupire con qualche dettaglio insolito che magari sottolinei la particolare bellezza del paesaggio. La tecnica del guarda e scatta rischia di rendere le foto poco interessanti.

Quali tecniche e quali elementi bisogna conoscere per rendere possibile tutto ciò? Gli elementi più importanti da considerare sono i seguenti:
a) la corretta impostazione della macchina fotografica ( bassi iso – diaframmi di media F8 – F11 …tempi non inferiori a 1/60 per evitare mosso . )

b) la posizione del sole e la qualità della luce ( luce dietro o laterale  al fotografo )
c) la messa a fuoco, la profondità di campo  e il tempo di scatto
d) la composizione in generale
e) la linea dell’orizzonte
f) l’angolo con cui si inquadra la scena ( molto importante , spesso muovendo solo di pochi gradi l’aspetto generale della scena si stravolge )
g) l’esposizione (  valutare l’esposizione per esaltare i soggetti interessati , al limite scattare più foto con esposizioni diverse  )

h) la post- produzione ( di questo parleremo in un articolo dedicato , argomento molto importante in questi anni , moltre foto oggi non post prodotte / ritoccate non avrebbero molto senso di esistere  )

Quanto elencato  può essere considerato fondamentale per la foto di  paesaggio. Se si riuscirà a controllare questi elementi, come minimo si otterrrà di evitare gli  errori più comuni. L’esperienza e il taglio personale, renderanno unico e ineguagliabile, il prodotto finale.

Molto importante la posizione del sole e la luce : Il primo elemento che si deve tener presente è la posizione del sole. Questo deve trovarsi alle spalle o di lato  del fotografo  .  La qualità della luce è altrettanto importante. Come molti sapranno la luce cambia in continuazione e in questo modo trasfigura gli oggetti che colpisce. Per esempio a luce radente di un tardo pomeriggio d’estate o quella del mezzodì sono così diverse che pur colpendo lo stesso paesaggio restituiscono due scenari completamente differenti.

La profondità di campo : detto semplicemente  è lo spazio che in fotografia sembra a fuoco , quindi tutta la la zona a fuoco prima e dopo il soggetto . La profondità di campo aumenta in funzione della focale e del diaframma che si usa , quindi si ha più profondità di campo usando una focale 35 mm a confonto di un 130 mm e sia ha più profondità di campo con un diaframma F16 confronto un diaframma F4  . con le compatte comunque si ha  quasi sempre una gran profondità di campo , per il motovo già discusso legato al sensore di piccole dimensioni .

Composizione : chiaramente è un elemento prioritario , quando possibile inseriamo nell’inquadrature anche delle persone …anche di spalle  , o dei tratori che lavorano la terra o una bicicletta che sta passando in un sentiero.. qualsiasi cosa che spezzi un po il paesaggio per evitare di renderlo banale… in alternativa ci sono  comunque dei paesaggi che  si raccontano da soli o da mozzafiato  per le loro caratteristiche naturali…

Sempre nell’ottica di trasmettere messaggi in ambito motofografico e non solo che possano aiutarci a scattare fotografie dei nostri ricordi con una certa qualità… ricordo che la foto di paesaggio non è facile … ok…  ben venga la sfida !!!  Un saluto e…

….Buone Foto a tutti !!!   🙂

DSC_8938

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Capitolo 4 – Motofotografia di paesaggio

  1. donato scrive:

    ottima esposizione come sempre. belli gli esempi che hai allegato rendono perfettamente l’idea di cosa intendi.
    Il prato e la chiazza di terra bianca non sono da meno a grandi paesaggisti della fotogria quali Fontana.

  2. Massimo scrive:

    Grazie Donato… in effetti per essere foto fatte dalla moto posso ritenermi soddisfatto..

    A presto …

  3. Youre so right. Im there with you. Your weblog is absolutely worth a read if anyone comes throughout it. Im lucky I did because now Ive got a whole new view of this. I didnt realise that this issue was so important and so universal. You surely put it in perspective for me.

I commenti sono chiusi.