Per gli amanti del gs…posto un articoletto ..

In fondo la foto… niente male…

Finalmente la Regina cambia vestito, anzi, cambia tutto: dopo quasi 10 anni la BMW R1200 GS si presenta nel 2013 con una moto completamente nuova, sia nell’estetica sia nella meccanica. Tra le novità più importanti il nuovo motore con frizione e cambio integrati nel carter e teste riprogettate, oltre a tanta, tantissima elettronica: oltre all’e-gas, al controllo di stabilità ed alla ciclistica semiattiva arrivano le 5 modalità di guida, sulla falsariga della Ducati Multistrada.

Le innovazioni si sprecano, possiamo dire che della moto vecchia è rimasto poco o niente, cerchiamo di fare un riassunto nel dettaglio.

MOTORE
Il motore del 2013 mantiene del vecchio l’architettura (Boxer), la cilindrata (1170 cc), e l’aspetto, per il resto cambia quasi tutto.
Nuovo carter motore, dove troviamo il cambio a 6 marce e la frizione antisaltellamento (che diventa a bagno d’olio) inglobati nel basamento con notevole risparmio di peso.
Nuova anche la testata a “flusso verticale” (aspirazione in alto, scarico in basso) con valvole e corpo farfallato più grandi.
Paradossalmente il nuovo attesissimo raffreddamento ad acqua è la cosa che cambia meno rispetto al passato: il GS conserva infatti il sistema che già adottava, un raffreddamento misto aria/liquido, quest’ultimo concentrato sulle parti soggette a maggiore stress termico.
Quello che cambia è la prevalenza di un sistema sull’altro (il liquido sale da 22 a 35%) e il tipo di fluido (da olio a una miscela acqua/glicolo) che, essendo più efficace nello scambiare calore, permette di utilizzare due radiatori più piccoli e meglio nascosti sotto le plastiche anteriori.

ELETTRONICA
Arriva anche una vagonata di elettronica: ABS, e-gas (controllo elettronico dell’acceleratore) con tre regolaizoni ed ASC (controllo automatico della stabilità) saranno di serie, come optional invece si potranno acquistare l‘ESA (cislistica semiattiva tramite autoregolazione delle sospensioni) e la possibilità di scegliere tra 5 modalità di guida “Rain”, “Road”, “Dynamic”, “Enduro”, “Enduro Pro” che, agendo su tutti i controlli fin qui elencati, adattano al meglio l’assetto per ogni condizione di guida.

 

gs 2

Questa voce è stata pubblicata in Tecnica ... Moto...Giuanin al mecanic. Contrassegna il permalink.

10 risposte a Per gli amanti del gs…posto un articoletto ..

  1. Andrea scrive:

    Per me il GS rappresenta una delle migliori “enduro” in circolazione…. Giusta potenza, ottimo equilibrio dinamico… Ci fai di tutto sempre con gusto e divertimento! Brava mamma BMW….il vecchio (si fa per dire ) GS era già arrivato allo stato dell’arte, con questa moto credo si sia superata! Al pubblico l’ardua sentenza:-)!

  2. massimo scrive:

    A me piace e tanto di cappello alla BMW … non riesco ad identificarla nella categoria enduro ,non trovo troppo apprropriato il termine oggi . Io la vedo sempre più come turing o simile … come altre “Endurone” di oggi , dove di enduro resta sempre più solo l’impostazione . Chiaramente l’impostazione è quella che serve per fare ottimo viaggi .
    Poi sulle riviste si vedono numeri da circo in fuoristrada ma non credo siano cose per umani , pesi ed ingombri e rapportature delle marce ecc.. penso non siano proprio ideali per fare enduro.
    Invece ottima per viaggi in 2 anche carica , poi le strade bianche si fanno … ma come con altre…
    Quindi sono convinto che è un ottimo compromesso per viaggi / vacanze / ecc
    Per quanto riguarda il motore divertente ma ci sono oggi modelli dove se hai esigenze un po’ più adrenaliniche … è tutta un altra musica… Tiger… KTM …Ducati…
    Il prezzo.. forse una volta era caro, oggi credo si siano allineati tutti…
    Se la comprerei ? per l’utilizzo che ne faccio oggi sicuramente è tra le candidate !!
    ma è solo la mia opinione !!! 🙂

  3. Andrea scrive:

    Ciao Massimo, come hai potuto notare dal virgolettato stiamo parlando di enduro nel senso lato del termine…. Tutti sappiamo che con moto che pesano oltre due quintali noi comuni mortali ci possiamo avventurare su strade bianche, qualche guado e poco altro! Ma la cosa bella di queste moto deriva proprio dalla loro ecletticita’, dal fatto che dovunque ti trovi, con un po’ di maestria, sono in grado di portarti alla meta tranquillo e rilassato…
    Sul discorso “andrenalinico” credo bisognerebbe rimandare tutto alla prova su strada… Non dimentichiamo che il nuovo GS ha 125 cv. “Pochi” se rapportati alla diretta concorrenza, ma persino troppi per il tipo di moto e soprattutto per un utilizzo stradale. Domanda: Quante sono le persone con moto da 150 cv che le usano in modalita’ sport, cioe’ con tutta la potenza all’attivo? Sulle strade di montagna dove (per quanto mi riguarda) il divertimento raggiunge l’apice, sono sufficienti una settantina di cv e….un buon manico:-) !
    Insomma….stiamo a vedere dove e come questi cavalli vengono erogati, ma io rimango fiducioso!

    • Massimo scrive:

      Certo.. Siamo allineati.. Ma io non mi riferisco a cavallerie spaventose ma ad un tipo di erogazione piú emozionante come per esempio quella che mi ha trasmesso il Ktm , il GS 2012 l ho provato per circa 1 ora.. Tutto ok ma non mi ha divertito , poi ho preso il Ktm e mi sono divertito un sacco… Certo é soggettivo ! E se cosí non fosse ci sarebbe oggi un unico modello di moto che accontenta tutti, e per me la moto a differenza Dell auto …. ok deve essere comoda ed affidabile ma di base mi deve emozionare , indipendentemente dalla cavalleria , il mio tiger é ” solo ” 800cc ma mi regala emozioni grandi . In passato con la multipla 620 cc .. Una delle moto piú divertenti che ho avuto.. Con solo 64 cv.. Quando parlo di moto adrenaliniche intendo moto con un grande carattere … C é chi tutto questo lo trova nel gs.. Perfetto !!! Sicuramente il gs di oggi é una moto di un certo livello, cosa trovo strano é che la fama se le già guadagnata ai tempi che era poco piú di un “cancello “e le ho provate quasi tutte …. Quindi penso che il fattore STATUS su questa moto negli anni abbia giocato un ruolo fondamentale… Chiaro che in 30 anni non é mancato il tempo di perfezionarla
      Ma alla fine la moto migliore é quella che ti piace al momento ed in base all uso che ne fai… e chissà quali altre variabili…
      L’adventur è molto bella .. nulla da dire… ma se non sei uno stallone ho difficoltà ad immaginare che sia così versatile in generale … la sua mole / peso / ingombro … può metterte spesso in difficoltà… ma per passione si fa questo ed altro !!! io preferisco generi un pò meno impegnativi non facendo caponord tutti i mesi .
      Chiaramente qui si tratta di pareri..
      W le moto !!!

  4. Fabio scrive:

    La vera alternativa Yamaha SuperTenerè 1200…. non aggiungo altro!!!

    • massimo scrive:

      he he.. come premesso …la moto migliore è quella che al momento ti piace.. ti diverte… comunque in generale la tendenza è sempre di più orientarsi su moto da “famiglia ” .., con tris borse .. selle da fare invidia a divani e divani… computer di bordo che manco gli aerei hanno di serie… 🙂
      Anche se la vera moto tutto fare forse non è un 1.4 C.C da 350 kg… ma un 600 c.c da 150 kg… ad un costo anche ragionevole … dove magari se te la rubano piangi ma non ti impicchi !!! io la vacanza più bella della mia vita ( 6 anni fa ) in moto in corsica con Aprilia ETX 350 pagata 350 Euro … rivenduta 4 ani dopo a 300 Euro.. mai fatto una vacanza tanto spensierata…

  5. Andrea scrive:

    Ragazzi è così bello leggere e conoscere tutte queste motivazioni che orientano le scelte di ognuno di noi verso un modello piuttosto che un’altro…. La passione ci accumuna, ma ognuno ha le proprie idee, tutte rispettabili perchè figlie di un’emozione che si va a ricercare e le emozioni non seguono un filo logico, se non si spiegherbbero tante Harley in giro…

    • massimo scrive:

      vero !!! è questo significa anche se gli anni passano le passioni vere non invecchiano… 🙂 Moto.. Moto.. Moto .. !!!

  6. Franco scrive:

    Ora immaginate di poter prendere il meglio di ogni moto del segmento maxi enduro, la guidabilità di una BMW GS, la potenza di una Multistrada, la ciclistica rigorosa di una Super Ténéré, la leggerezza e l’attitudine al fuoristrada di una Adventure 990. Aggiungete l’elettronica di primissimo livello e otterrete la 1190 Adventure. KTM ha unito le due cose e ha portato la sua moto migliore di sempre in un paradiso per motociclisti. Non restare conquistati da questo mix è difficile, per non dire impossibile. Ci vediamo a Nichelino per una prova….

I commenti sono chiusi.