9 maggio ( recupeto giro 1 maggio ) : Val chiusela -Biella -Villaggio degli Gnomi- Viverone


Warning: Division by zero in /web/htdocs/www.motoclubgrugliasco.it/home/wp-content/plugins/modula-best-grid-gallery/includes/grid/class-modula-grid.php on line 155

Warning: Division by zero in /web/htdocs/www.motoclubgrugliasco.it/home/wp-content/plugins/modula-best-grid-gallery/includes/grid/class-modula-grid.php on line 155
Ritrovo 9,15 partenza 9,30 da Comau pranzo al sacco,
caffè a Castellamonte e visita alla rotonda Antonelliana poi
Val chiusella e visita alla Pieve di San Lorenzo.
Pranzo in area attrezzata sulle alture di Donato
dopodichè si prosegue per la visita al Bosco del Vallino
Ripresa in direzione lago di viverone per fermata ristoro e
infine verso casa
PDF:
JPG
Questa voce è stata pubblicata in Gite 2021. Contrassegna il permalink.

3 risposte a 9 maggio ( recupeto giro 1 maggio ) : Val chiusela -Biella -Villaggio degli Gnomi- Viverone

  1. Ettore Vago scrive:

    A causa delle previsioni meteo, il giro Bosco del Vallino verrà riproposto Domenica 9 Maggio

  2. AGOSTINO CHIAVAZZA scrive:

    Monica e Ago presenti il 9 maggio

  3. Agostino scrive:

    Giro nel Canavese e Biellese su strade poco trafficate e panoramiche.
    Partiti sempre da Grugliasco ci dirigiamo a Castellamonte, cittadina famosa in tutto il mondo per la produzione della ceramica, per visitare la Rotonda Antonelliana, base del progetto di Antonelli per la costruzione nel 1850 della chiesa s. Pietro e Paolo grande quanto la Basilica di San Pietro a Roma, ma mai ultimata per carenza di fondi.
    IL percorso ci porta poi in Valchiusella tra un misto di curve e panorami fino ad arrivare a Settimo Vittone, alle porte della Val d’Aosta dove ci fermiamo per ammirare la Pieve di San Lorenzo risalente a metà del IX secolo. Continuiamo a viaggiare in altezza ma stavolta sulle montagne Biellesi, dopo una tappa per pranzo sopra il paese di Donato scendiamo a valle fino a Biella e ci dirigiamo a Mongrando per visitare il Bosco del Vallino. Una ricostruzione di un piccolissimo borgo sul rio Omara fatto di casette in legno e pietra che alla vigilia di Natale si trasforma in presepe vivente. Visitato il Bosco del Vallino ci dirigiamo al lago di Viverone per fare una tappa, ma giunti sul posto ci rendiamo conto di essere come al mare a Ferragosto, una marea umana ha assaltato il perimetro del lago, quindi decidiamo di fermarci strada facendo in un posto più tranquillo. Arrivati a Rondissone prendiamo l’autostrada per tornare velocemente a casa, dopo aver passato una bella giornata con gli amici del moto club.
    Grazie a tutti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *