25 Aprile -01 Maggio – Motogiro Umbria

 Termine di adesione 22 Marzo 

Richiesto anticipo 25 euro a persona 

Questa voce è stata pubblicata in Gite 2017, Senza categoria. Contrassegna il permalink.

6 risposte a 25 Aprile -01 Maggio – Motogiro Umbria

  1. Donato scrive:

    Donato presente.
    È probabile che io vi raggiunga in Umbria se in quel periodo sono nel lazio da mia mamma

  2. luigi scrive:

    Presente

  3. agostino chiavazza scrive:

    Monica e Agostino presenti e pieno fatto

  4. Renato e Maria Teresa scrive:

    Ci siamo anche noi

  5. agostino chiavazza scrive:

    Gita di storia, religione, curve e mangiate.
    Partiti come sempre da Grugliasco, abbiamo preso la A21 e la A 14 per arrivare velocemente (tranne qualche coda) a Cesena, dove usciamo per prendere la SS3 bis che scendendo verso sud tra gli Appennini Tosco-Romagnoli ci porta alla prima tappa Città di Castello. Bella cittadina, cinta da mura, con alcune piazze importanti, come, Piazza Gabriotti, con il palazzo comunale della metà del XIV sec., la Cattedrale di s. Florido, la torre civica, piazza Matteotti, con il bel Palazzo del Podestà, infine il bellissimo Palazzo Vitelli alla Cannoniera. Ripartiti giungiamo a Bettona dove faremo campo base all’agriturismo Cerreto. Secondo giorno, partenza per fare una manciata di km ed arrivare alla Basilica di Santa Maria degli Angeli, visita interna per ammirare La Porziuncola dove S. Francesco inizio la sua vocazione. Nel pomeriggio con la sp147 giungiamo ad Assisi, Città storica dove nacquero, vissero e morirono S. Francesco e S. Chiara. Iniziamo la visita dalla Basilica di s. Chiara eretta a metà XIII sec. poi seguendo i pellegrini arriviamo alla Basilica di s. Francesco d’Assisi eretta nel 1228, patrimonio Unesco dal 2000. Finiamo la giornata andando a vedere l’Eremo delle Carceri, luogo di preghiera di S.Francesco. Terzo giorno partiamo per Norcia, percorriamo la ss 3 e la ss 685, bella strada tutta curve. Arriviamo a Norcia ed entriamo da Porta Romana, le impalcature segnalano i lavori che si stanno svolgendo dopo il terremoto del 2016, percorriamo corso Sertorio fino alla piazza s. Benedetto. Li purtroppo possiamo notare la forza distruttiva del terremoto della Basilica di s. Benedetto non resta altro che la facciata sorretta da impalcature, come per la concattedrale di Santa Maria Argentea. Proseguiamo la visita con l’obbiettivo di fare acquisti per aiutare il commercio e le aziende del posto. Ripartiamo tornando indietro sulla ss 685 e la sp 209 per arrivare a Ferentillo, grazioso borgo dove una delle attrattive e il museo delle mummie. Dopo questa visita un pochino suggestiva arriviamo alle imponenti cascate delle Marmore. Seguendo alcuni sentieri si può ammirare la cascata da molti punti panoramici, per scattare belle foto facendo attenzione all’acqua che bagna ovunque. Quarto giorno. Oggi direzione Gubbio, con la nuova ss 318 e la ss 219 arriviamo velocemente a destinazione. (fine prima puntata)

  6. agostino scrive:

    Seconda puntata
    A Gubbio arriviamo in piazza Quaranta Martiri mentre è in svolgimento un raduno Vespa, diamo un occhiata veloce ai mezzi storici e ci dirigiamo nel cuore della città. Saliamo su strade ripide che ci portano in piazza Grande, bellissima balconata sulle colline Umbre, per poi entrare nel Palazzo dei Consoli e visitare il Museo Civico. Terminata la visita ci dirigiamo alla funivia che ci porterà in 10 minuti alla Basilica di Sant Ubaldo, edificata nel XVI sec, al fianco dell’altare si possono vedere i 3 ceri che vengono usati nella famosa festa del 15 Maggio, festa Patronale. Ripartiti prendiamo la ss 219 che con parecchie curve ci porta a Umbertide. Visitiamo la Collegiata S.Maria della Reggia, una chiesa si forma ottagonale eretta nella metà del 1500, poi visitiamo il centro cittadino con la sua Rocca. Partiamo nuovamente mentre soppraggiunge un temporale intenso ma riusciamo ad evitare scoprendo la sp142 che viaggia in alta collina fino a Passignano sul Trasimeno, dove ci fermiamo in riva al lago per riposarci un poco. (fine seconda puntata)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *